Oltre il Cielo: l'Adunata

Ci vorrebbe un amico

Il viaggio con Megres e il barbaro Letho è stato istruttivo: il gruppo ha scoperto i legami tra il mezzelfo e Budon Ench, boss di una potente organizzazione clandestina che gestiva più o meno segretamente i rapporti commerciali tra i Sovia e gli Aeducan, e persino la vendita di armi ad alcune bellicose tribù di Aen Elle. Megres intendeva comprare la sua libertà dall’organizzazione con il tesoro recuperato alla Ziggurat, e ha abbandonato la compagnia prima di raggiungere la città delle due torri.

Proprio davanti alle mura di Lacoryth i 4 hanno appreso una notizia scioccante: l’armata di Aen Elle che presidiava le Caverne dei Cristalli di Fuoco aveva ripiegato verso sud settimane prima e, approfittando dell’assenza dei soldati Aeducan, aveva conquistato la città di Elbren Niss. Dando prova di straordinaria abilità, Antares ha superato tutte le guardie e si è infiltrato nella struttura principale, dove ha tentato di assassinare il comandante nemico… solo per scoprire che si trattava di un umano!

Ormai indiscusso eroe della città, e considerato alla stregua delle leggende del passato come Balder Kos, l’Angelo Bianco ha fatto entrare i suoi compagni dall’ingresso principale della città… poco prima che Artax, sconvolto, riconoscesse nell’ormai gravemente ferito comandante nemico il suo braccio destro Keldon Jax.

Comments

DuncanCradle

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.